Nutrizione

Perché dovremmo bere più acqua

Sembrerebbe una domanda quasi scontata, ma in effetti non lo è.

Alla semplice domanda: ma tu quanta acqua bevi? La maggior parte delle persone non lo sa e fa confusione tra bibite, vino, birra o altre bevande.
Ma noi non siamo fatti di vino, di caffè, Coca-Cola o birra… siamo fatti di acqua!

L’acqua  è il primo elemento fondamentale per la nostra salute e il nostro benessere

Bere adeguatamente vuol dire fornire al nostro organismo tutti i liquidi necessari affinché possa funzionare a pieno regime

Ma cosa vuol dire farlo funzionare pieno regime? Vuol dire fornire alle cellule la quantità di liquido necessario cosicché possano ossigenarsi e soprattutto ripulirsi, ovvero eliminare tutte quelle scorie metaboliche date dai processi del nostro organismo, tramite la sudorazione, la respirazione e un corretto funzionamento di intestino e reni.

Lo sai che il nostro pianeta è fatto per il 70% di acqua? Ma soprattutto,  il nostro organismo è fatto per il 75% di acqua? Persino quando siamo nel grembo materno siamo immersi in un liquido che è fatto per il 70% di acqua, eppure spesso ce  ne dimentichiamo, mettendo rischio il nostro organismo.

Ti è mai capitato di avere mal di testa o stanchezza mentale?

II cervello è il primo organo a soffrire per la carenza di acqua. Quando beviamo succede che il nostro cervello è come se andasse  in tilt. Si abbassa la concentrazione e  diventa difficile svolgere efficientemente il lavoro o ciò che stiamo svolgendo.

Anche il sistema circolatorio soffre della carenza di acqua. Il sangue diventa denso e paludoso, circola più lentamente portando meno nutrienti agli organi e mettendo a rischio l’intero sistema, cuore compreso.

Ma l’acqua serve anche ai polmoni, alle cellule per assorbire meglio i nutrienti, ai muscoli che sono composti del 70% di acqua, alle  articolazioni  che hanno bisogno di essere idratate, alle ossa, che contengono il 22% di acqua, regola la temperatura corporea, aiuta ad attivare il metabolismo e tanto altro.

La maggior parte delle persone è inconsapevole che la causa di molte patologie arriva proprio dalla carenza di acqua, ad esempio allergie, intolleranze, alito cattivo, costipazione, diarrea, raffreddori frequenti, gonfiore addominali, scarsa energia, debolezza, dolore lombare, sistema immunitario debole, necessità di dormire a lungo, dolori al fegato e vescica, problemi della pelle, prurito, acne, etc…

*Regolare la quantità di acqua potrebbe essere già il primo passo per evitare un bel po’ di disturbi.

Tutti i processi metabolici avvengono in ambiente acquoso.

La mancanza d’acqua rallenta la disintossicazione.

Una scarsa idratazione aumenta la quantità di tossine nell’organismo.

 

 *Ci preoccupiamo di curare di più dell’aspetto esterno trascurando quello interno.

Parallelamente alla doccia quotidiana, che facciamo ogni giorno per pulire il corpo estrnamente, dovremmo pensare anche di pulirlo internamente.

*Ma quanta acqua dovremmo bere ogni giorno per riuscire a mantenere il corpo idratato e pulito?

Generalmente sono consigliati i 8/10  bicchieri  di acqua al giorno, cominciando dalla mattina appena svegli. In realtà la quantità andrebbe adeguata al peso corporeo e allo stile di vita che conduciamo.

Bere poca acqua comporta diversi rischi per il nostro organismo. Quando stimolo della sete si attiva siamo già in processo di disidratazione, inoltre questo stimolo diminuisce con l’età, fino essere quasi assente negli anziani. Per questo è meglio far diventare il bere acqua un’azione abitudinaria e non aspettare che arrivi lo stimolo.

Basta perdere solo 1,5% di acqua  e avvertire i primi sintomi della disidratazione.

Insomma, bere poca acqua non è affatto una buona idea!

*Qual’è il tipo di acqua giusta da scegliere?

Per scegliere l’acqua corretta la prima cosa da fare è leggere l’etichetta e individuare la sigla la sigla RF, che vuol dire residuo fisso. Il valore di questa sigla deve essere inferiore a 50 mg/l.

Inoltre si consiglia di bere l’acqua naturale e non gasata, a temperatura ambiente e non bere durante i pasti, altrimenti si diminuiscono nutrienti che ci sono negli alimenti.

Invece è consigliato dai migliori nutrizionisti di bere da 1 a 2 bicchieri di acqua ( non gasata) prima dei pasti principali, per aiutarci ad arrivare alla quantità minima  giornaliera.

Consiglio: l’aloe o gli infusi senza zucchero aggiunti all’acqua, potrebbe essere  di grande aiuto, perché  stimolano a bere di più.

Cura il tuo corpo è unico posto dove starai per sempre

Se vuoi saperne chiedimi una consulenza gratuita scrivendo a giusibarberi@gmail.com

un abbraccio Giusi Barberi

Personal Coach del Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *